venere.JPG

Si torna sempre alle basi

      Quando ascolto parlare mia figlia trentenne o le sue coetanee, in questo periodo, il loro pensiero va alle vacanze, Natalizie si, al caldo, magari con un bel volo aereo , per sognare la nostra bella estate.
Con l'avvicinarsi delle festività è inevitabile sognare il riposo ed il relax.


     E' altrettanto incalzante un altro pensiero (mettersi il costume) che proprio ieri si è trasformato in una domanda diretta: "mamma tu sai perché nella donna c'è spesso il problema della ritenzione idrica e di conseguenza la presenza più o meno di cellulite? "      Siamo donne tesoro mio! Con il nostro bel bagaglio ormonale, ma se c'è un problema, c'è anche una soluzione!!!!!      In assenza di patologie, quindi nella normalità, viene spontaneo osservare come molto spesso, piccole ma quotidiane cattive abitudini, portino ad alterare il nostro equilibrio idrico del quale possiamo osservarne tre meccanismi.      Il primo segnale è il set, intenso in misura proporzionale al fabbisogno di acqua del nostro corpo.      Un altro meccanismo, più complesso, è il "colloquio" tra una nostra importante ghiandola, l'ipofisi ei reni: se c'è poca acqua in corpo, l'ipofisi manda un segnale ai reni attraverso un ormone antidiuretico per far "risparmiare" acqua e trattenerla nel corpo.      Altro meccanismo importante è l'osmosi, un flusso che, in carenza d'acqua, permette alle cellule di diventare "riserve" per difendere dalla disidratazione soprattutto i vasi sanguigni.      Non è un caso che le raccomandazioni degli esperti, quando si parla di cellulite, sono di mantenere uno stile di vita sano e di bere molta acqua per aiutare il ricambio dei liquidi ed evitare il ristagno delle tossine.      Quindi si torna sempre alle basi e alle abitudini corrette che possiamo "allenare" prestando attenzione. Vediamo una cosa :      - nutrirsi in maniera sana ed equilibrata combattere la ritenzione idrica      - limitare il sovrappeso      - aiutarsi con attività fisica anche moderata per aiutare la buona circolazione del sangue      - bere  molto      - evitare l'uso smodato di fumo, caffè e alcool      - evitare l'abbigliamento troppo stretto e le posizioni scorrette per lungo tempo (es: accavallare le gambe)      Aiuto non indifferente arriva anche dall'integrazione che aiuta a migliorare l'apporto di sali minerali come il sodio e il potassio, solo per fare un esempio.      Piccoli ma grandi aiuti divenuti essenziali considerando la vita moderna; inoltre siamo attratti da trattamenti esterni da praticare sui punti più colpiti da cellulite come le gambe o l'addome, validissime azioni complementari.

  E tu cosa fai o cosa vorresti fare a riguardo?

     Compila il form che trovi in ​​fondo pagina e sarò felice di proporre una consulenza personalizzata, senza nessun impegno da parte tua, ma un'occasione preziosa per ricevere utili informazioni. Ti aspetto!                                                                                                             


                                                                                                                                                            Parola di Coach !

     
 

Siamo a tua disposizione

Accetto l'informativa sulla privacy