prima-e-dopo.JPG

Il processo del cambiamento

     Gentile amica che leggi,

     siamo quotidianamente impegnati a fare delle scelte, a prendere decisioni, a controllare i disagi e le ansie che tutto questo comporta e spesso ci sentiamo sopraffatti dai problemi, senza accorgerci che per ogni problema, c'è anche una soluzione.

     La mia storia è probabilmente come tantissime altre, ma ogni storia porta con sé il miracolo dell'ispirazione. Perchè spesso ci identifichiamo nelle storie che ascoltiamo e senza sforzo possiamo trovare soluzioni. 

       E se, come è successo a me, anche solo un'amica che legge, una sola, può trovare una risposta nel mio scritto, ne sarò felice.

       Se osservo la mia storia oggi, comprendendo come la seconda fase è strettamente legata alla prima: 14 anni fa mi sono ritrovata ad affrontare il periodo di menopausa , precoce oltretutto, con un accumulo di pentimento di peso, stanchezza, irritabilità e malessere diffuso giorno e notte . Era giunto il momento per me di volermi bene e prendermi cura di quella parte del mio essere che non riconoscevo più.

       Accostarmi al primo grande cambiamento fu grazie ad in incontro, accade sempre così: ho incontrato la soluzione travestita da persona che mi ha accompagnato in un mondo semplice dove per la prima volta mi accostavo a: -

     una colazione bilanciata
     - un'alimentazione corretta
     - ad una idratazione funzionale per il mio corpo
     - ad una integrazione mirata

      Pur avendo cura della mia alimentazione e del mio stile di vita, non immaginavo quante carenze avesse il mio corpo in quel preciso momento; soprattutto la colazione mi ha aiutato a colmare carenze ed eliminare quegli eccessi che ignoravo. I risultati furono immediati e legati soprattutto alla ritrovata energia.

     Ed è qui che mi soffermo, perché proprio ritrovando energia, ho potuto comprendere fino in fondo la validità della frase "mens sana in corpore sano"   ovvero per avere una mente sana è indispensabile avere un corpo sano.

      Più ho riacquistato equilibrio fisico, più la chiarezza ha trovato spazio dentro di me: sono riuscita a comprendere i miei desideri, i miei limiti e le mie aspirazioni, ho ritrovato la mia innata curiosità e la sto mettendo a profitto formandomi costantemente su ciò che piace un io.

      Semplice? Sì, facile? No. Ma è questa la parte migliore; quando il viaggio verso le mie passioni si fa arduo, mi ripeto una frase che sento vera per me: "se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare cose che non hai mai fatto".

     Mi sono interrogata durante la pandemia e il conseguente isolamento: ho compreso che per me era fondamentale formarmi per poter passare correttamente l'informazione di ciò che mi aveva permesso di ritrovare entusiasmo ed energia, ma avrei dovuto integrarlo in una vita già sufficientemente piena: marito e figli, impegni di assistenze a famigliari in difficoltà che come non bastasse vivono in altre città, insomma avevo necessità di ritrovare un'attività lavorativa tutta mia ma che mi concedesse di seguire tutto quello che non poteva essere abbandonato.

     L'energia del mio benessere fisico mi ha aiutato. Ora lavoro da casa, sto imparando a gestire il mio tempo calibrandolo bene sui miei impegni, non devo rinunciare nemmeno alle mie passioni se mi organizzo, posso soprattutto svolgere la mia attività ovunque io sia, mi è sufficiente un pc o semplicemente il mio smartphone e questa attività on line mi consente tutto questo.

     Se mi guardo indietro a 14 anni fa, sorrido e sono grata di essermi concesso il cambiamento e sorrido ancora di più quando ringrazio quotidianamente la mia colazione; il viaggio è ancora lungo ma non mi spaventa, ho capito che i momenti di difficoltà non sono problemi, ma opportunità.

     Se ti rivedi in questa storia, sentiti libera di scrivermi e ne parliamo

                                                                                                                              Parola di Coach Orietta !

 

Siamo a tua disposizione

Accetto l'informativa sulla privacy