portale.JPG

Difese immunitarie

     Spesso leggiamo del vasto ed affascinante argomento delle difese immunitarie, soffermandoci sulle cause del loro "abbassamento" e soprattutto scoprendo cosa succede nel nostro corpo, i vari sintomi e gli opportuni interventi affinché il nostro "scudo" ritorni efficiente.

     Tra le cause indicate, é citata spesso la cattiva alimentazione , il fumo, l'alcool, la vita sedentaria e tante altre cause oltre a quella che attira particolarmente la mia attenzione: l'ansia e la paura, la cui presenza, se ignorata o sottovalutata, potrebbe vanificare ogni nostro seppur corretto intervento.      Parlamone un pò.      Ansia e paura sono sintomi di stress e gli esperti del settore fanno una distinzione importante: chiamano Eustress quello "positivo", quello cioé che permette di utilizzare le energie fisiche e mentali necessarie per risolvere le difficoltà. Mentre chiamano Distress quello "negativo" cioé quel malessere che dura nel tempo anche senza stimoli particolari.      Questo malessere psico-fisico può essere acuto, come risposta di allarme limitata nel tempo oppure essere cronico e durare a lungo creando sovraccarico senza possibilità di recupero.      Le cause, ne cito solo alcune, potrebbero essere imputate ad un lutto, alla perdita del lavoro, persino ad un'epidemia, e noi ormai sappiamo bene quanto anche l'isolamento sociale possa abbassare le nostre difese con conseguenti ed ulteriori fastidi.      Per riassumere un pò: lo stress abbassa le difese e ci lascia senza risorse, ma senza risorse siamo bersagli facili di ulteriori guai; un circolo vizioso!









 
 
     Vieni a fare?

Qualcuno saggio mi disse: se ti trovi in ​​difficoltà, dalle riparti basi :      - una nutrizione equilibrata che garantisce un apporto di vitamine sufficienti per un buon funzionamento del nostro corpo.      - imparare a non alimentare la tensione aiutandosi con l'attività fisica; anche solo 30 minuti di camminata al giorno sarebbero un buon inizio.      - curare l'idratazione per garantire una buona circolazione del sangue, per digerire meglio, per mantenere una corretta temperatura corporea e, cosa molto importante, per avere più energia e concentrazione.      - non dimentichiamo che idratarsi correttamente aiuta la produzione di endorfine, quelle sostanze meravigliose che richiamano serenità e ci aiuta a vedere non solo i problemi, ma anche e soprattutto le soluzioni!      Questi sono i semplici suggerimenti di base che nei momenti di difficoltà mi hanno aiutato a ritrovare l' energia perduta, un rinnovato  equilibrio  e tante risposte alle mie mille domande.      Fai come me e compila il modulo che trovi in ​​fondo alla pagina! Avrai un coach a tua disposizione!                                                                                                                                                                       Parola di Orietta












 

 

Siamo a tua disposizione

Accetto l'informativa sulla privacy